Cosa è la neurite ottica?

La neurite ottica è un processo infiammatorio a carico del nervo ottico che colpisce generalmente i giovani adulti tra i 18 e 50 anni con predilezione per il sesso femminile (rapporto donna:uomo pari a 3:1). La sintomatologia d’esordio è caratterizzata da una perdita del visus di entità variabile, spesso associata ad una alterata visione dei colori sull’asse rosso-verde e a dolore in corrispondenza dell’occhio, che si accentua con i movimenti dello sguardo o l’attività fisica.

Che significato ha?

La neurite ottica acuta può essere il primo segno neurologico in molti pazienti che successivamente svilupperanno una patologia demielinizzante del sistema nervoso centrale (2/3 delle donne ed 1/3 degli uomini). Altre volte il processo infiammatorio è associato a malattie infettive (sifilide, tubercolosi) o vascolari.

Come si evidenzia?

Lo studio del campo visivo risulta alterato con presenza di uno scotoma centrale, mentre l’esame PEV (Potenziali Evocati Visivi) mostra un’alterazione nella latenza delle risposte evocate corticali visive. In circa due terzi dei casi con neurite in fase acuta, il nervo ottico appare normale, mentre i segni evidenti di una flogosi sono presenti in un terzo dei casi. Il pallore del nervo ottico generalmente si manifesta entro le prime tre settimane, mentre la regione maculare e la retina appaiono normali.