Web reputation e medicina: meglio prevenire


Creare aspettativa positiva

Web reputation e Medicina. Quando si tratta salvaguardare la propria web reputation da influenze o eventi potenzialmente lesivi è opportuno muoversi con largo anticipo creando una aspettativa “positiva” attorno alla nostra immagine, per far sì che questa sia in grado di assorbirne meglio l’urto.

Come già detto in altri post è importante, ad esempio, curare la propria presenza sui social media più comuni che riescono spesso a garantire, e con il minimo sforzo, ottimi posizionamenti sui motori di ricerca.

web reputation
Web reputation e medicina: occorre prestare molta attenzione

Web reputation: creare informazioni adeguate

Occorre poi cercare di immettere in rete quante più possibile informazioni positive riguardo la propria figura professionale ed i campi di interesse, magari aggiornando il blog personale, partecipando ad altri blog, scrivendo nei forum e così via. In senso più ampio, occorre fare tutto ciò che rientra nelle pratiche SEO per portare il più in alto possibile il proprio nome nei risultati organici dei motori di ricerca.

Un aspetto meno diretto, ma senz’altro non meno importante, è quello di monitorare le azioni di amici, parenti e conoscenti, che vanno “educati” e limitati nell’utilizzo dell’immagine (professionale e non) per evitare conseguenze che potrebbero essere catastrofiche, specie se ci si trova in prossimità di una assunzione (il 63% dei recruiters controlla i social networks per valutare i candidati). Occorre cercare fotografie, tags e menzioni non desiderate ed eventualmente richiederne l’immediata rimozione: familiari e amici più accorti impareranno presto i quali sono i limiti entro i quali muoversi per non farvi correre rischi.

Attenzione a ciò che si pubblica

Evitate, infine, di farvi sfuggire in rete (magari sui social, dove è facile farsi prendere la mano dai campi) informazioni che non sono rilevanti, proprio per i motivi di cui sopra. A meno che non ne abbiate delle necessità particolari, elementi come data di nascita, orientamento religioso, politico, hobby ed altre informazioni strettamente personali sono tutti campi che potrebbero essere considerati non rilevanti per definire il vostro profilo online, specie se siete dei professionisti della salute.

Ad aggiungere un particolare, se necessario, si è sempre in tempo.

Il Dott. Davide Borghetti, Specialista in Neurologia, Pisa, è coordinatore del progetto Voxelmind. Questo gruppo di professionisti offre, tra gli altri, un servizio di Medical Writing per la creazione di contenuti web adeguati e di qualità