Astenia muscolare


Cosa è?

L’astenia o debolezza muscolare è uno tra i più frequenti disturbi che spingono il Paziente a rivolgersi al medico curante o al neurologo.
Non sempre, tuttavia, la debolezza è effettivamente dimostrabile: in molti casi la forza è oggettivamente mantenuta ma il paziente lamenta comunque una sensazione di affaticabilità, di esauribilità e di generico malessere e stanchezza.

In altri casi ancora, la debolezza è invece oggettivabile e il Paziente lamenta dolori, dolorabilità, crampi, formicolii o altre sensazioni sgradevoli.

Come insorge

L’insorgenza della mancanza di forza può essere acuta, ovvero comparire nel giro di minuti od ore, oppure cronica, nel corso di settimane o mesi. I gruppi muscolari interessati possono essere estremamente variabili come estensione e numero: solo le gambe, solo le braccia, tutto il corpo, gli occhi, la muscolatura respiratoria.

Sede del danno

L’astenia può essere il risultato di una anomalia localizzata lungo tutto il percorso che porta le informazioni nervose dalla corteccia cerebrale sino alla fibra muscolare. Se viene interessato il primo motoneurone, ovvero quel neurone che va da dalla corteccia al midollo spinale, avremo dei precisi segni alla visita (es spasticità e accentuazione dei riflessi osteotendinei).

Nel caso di lesioni del secondo motoneurone, ovvero del neurone che dal midollo spinale raggiunge le fibre, avremo una alterazione degli archi rilessi spinali con riduzione del tono muscolare (flaccidità) e riduzione dei rilessi osteotendinei. Si possono anche avere i cosiddetti segni di denervazione, come le fascicolazioni o l’ipotrofia del muscolo.

Il problema può essere presente a livello della giunzione neuromuscolare, come abbiamo visto nel caso della miastenia gravis.

Nel caso di miopatie, invece, il problema si localizza proprio a livello del muscolo. Processi infettivi, infiammatori autoimmuni e non possono provocare un danno diretto a carico delle fibre muscolari – con dolori e debolezza.

Astenia Muscolare
Astenia Muscolare

Astenia muscolare: cause

Le cause sono estremamente variabili e dipendono dalla storia clinica del paziente, dalla presenza di sintomi associati, dalle modalità di insorgenza e dal distretto colpito.

Nel caso di lesioni del primo motoneurone:

  • lesioni vascolari ischemiche o emorragiche
  • malattie demielinizzanti
  • infezioni
  • sostanze tossiche, come l’alcool o i solventi

Nel caso di lesioni del secondo motoneurone si tratta solitamente di mono o polineuropatie periferiche di eziologia diversa:

  • tossica
  • metabolica
  • infettiva
  • ereditaria
  • demielinizzante

Per quanto riguarda la giunzione neuromuscolare, una distruzione su base autoimmune dei recettori dell’acetilcolina determina la miastenia gravis, della quale esistono comunque rare forme ereditarie.

Per le lesioni muscolari:

  • miositi
  • dermatomiositi
  • miopatie ereditarie
  • infezioni e patologie autoimmuni
  • sostanze tossiche, come l’alcool
  • rabdomiolisi

Astenia muscolare: terapia

La terapia è strettamente legata alla natura del danno e, conseguentemente, al trattamento delle cause sottostanti. Di solito un trattamento di emergenza è necessario nel caso in cui si abbia la comparsa di una debolezza a carico della muscolatura respiratoria.

La riabilitazione e la fisioterapia sono utili per recuperare un adeguato trofismo muscolare.